Che lavoro fai?

Posted on 31 luglio 2008

0


Una domanda che nella maggior parte dei casi prevede una risposta piuttosto semplice: operaio, cassiere, poliziotto, pornostar. Nel mio caso è piuttosto complicato rispondere, spesso provo a cavarmela con un generico "mi occupo di siti internet" che nel 99% dei casi risulta una risposta insoddisfacente. Per la maggior parte delle persone non significa assolutamente nulla mentre per quelli che lavorano nello stesso settore è una risposta insufficiente. Se provo a dire "faccio siti internet" di solito il concetto si traduce in "sei un programmatore". Se butto giù in sboronese "sono un project manager" tradotto diventa "non fai un cazzo e becchi una barca di soldi". Tutto sbagliato.
La realtà è che in effetti faccio siti internet anche se nel 99% dei casi non mi occupo direttamente nè della programmazione nè dei contenuti ma soprattutto evito la grafica. Faccio siti per clienti che me li chiedono ma anche per la mia stessa ditta che ormai ne colleziona un discreto numero, tutti informativi tutti più o meno interessanti, alcuni con grande successo (dal punto di vista degli accessi) altri meno.
Un sito di cui vado piuttosto orgoglioso è italiateatri. Ci sono i teatri italiani (e fin qui è piuttosto facile) ma soprattutto ci sono anche gli spettacoli teatrali, aggiornati e questo è già molto più difficile.
Nella prossima vita voglio assolutamente occuparmi della tornitura di oggetti su misura. Il cliente mi porta un progetto e io mi ocupo della realizzazione dei pezzi. Ci sono le macchine a controllo numerico che fanno quasi tutto, fare il tornitore nel 2000 non è come 200 anni fa, si sta bene, il week end non si lavora, ci sono le ferie e le malattie pagate. Una vera pacchia
Annunci